CODICE ETICO

1.SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE
2.RAPPORTI INTERNI ED ESTERNI.
3.TRATTAMENTO DEI DATI
4.ETICA DEL LAVORO
5.ETICA DELLA CONDUZIONE DEGLI AFFARI
6.CORRETTEZZA E TRASPARENZA DELLE INFORMAZIONI
7.RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
8.ORGANISMO DI VIGILANZA

1. SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE.
Il presente Codice Etico è posto a supporto del Modello Organizzativo adottato dalla Tagliabue S.p.A., ai sensi del D.Lgs. 231/2001, per la prevenzione degli illeciti penali ivi considerati, esso si applica ai componenti gli organi sociali, ai dirigenti, ai dipendenti e a tutti coloro che agiscono nell’interesse della Società quali consulenti, collaboratori esterni e subappaltatori. Lo scopo del presente Codice Etico è di esporre i principi fondamentali e le politiche della Società nel condurre le proprie attività in modo etico e legale. Qualora insorgano eventuali problemi operativi o etici, ovvero quando una fattispecie non è trattato chiaramente nel presente Codice Etico, il dipendente ha la responsabilità di sollevare la questione all’OdV. Tagliabue S.p.A. si pone quale obiettivo prioritario di perseguire un livello di prestazioni volto alla piena soddisfazione dei propri interlocutori attraverso il perseguimento costante della qualità, della crescita, della tutela ambientale e della sicurezza, impiegando tecnologie compatibili al fine di minimizzare i rischi per il contesto sociale in cui opera. Tagliabue S.p.A., nei rapporti interni fra il Personale e fra questi e i soggetti esterni si impegna ad osservare i principi del presente Codice Etico. Il Codice Etico di Tagliabue S.p.A. è destinato a fornire a tutti coloro che avranno rapporti con la Società una comprensione dei principi di comportamento ed etica aziendali da loro attesi e a garantire:
la gestione etica di conflitti di interesse tra i rapporti personali e professionali;
la conformità con le leggi, le norme e i regolamenti applicabili.
Si richiede, quindi, a tutto il Personale di profondere il massimo impegno ad aderire pienamente alla lettera e allo spirito del presente Codice etico.
2. RAPPORTI INTERNI ED ESTERNI.
Nei rapporti con i dipendenti, i clienti, i fornitori, le associazioni, le autorità e gli azionisti, la Società si ispira ai principi di: legalità; lealtà; trasparenza; imparzialità; indipendenza.
I dipendenti, i collaboratori, i consulenti e i partner in genere sono tenuti al rispetto della legge, dei regolamenti, delle procedure individuate dalla Direzione aziendale; ispirandosi a principi di correttezza e trasparenza evitando la diffusione di informazioni pregiudizievoli; impegnandosi, altresì, a non svolgere attività in concorrenza o in contrasto con quelle della società. La Tagliabue S.p.A. vieta agli stessi di manifestare atteggiamenti ed azioni tesi a creare vantaggi personali per sé o per altri, ad influenzare decisioni di controparti o a richiedere trattamenti di favore nei rapporti con la P.A., le organizzazioni politiche e sindacali e con i terzi in genere.
3. TRATTAMENTO DEI DATI
I destinatari del presente Codice Etico assicurano l’utilizzo di informazioni riservate esclusivamente per scopi connessi all’esercizio dell’attività, impegnandosi sempre e comunque a proteggere le informazioni generate o acquisite e ad evitarne ogni uso improprio.
4. ETICA DEL LAVORO.
La Tagliabue S.p.A. riconosce che i propri dipendenti, di ogni grado e livello, rappresentano una risorsa fondamentale per il suo sviluppo. La risorsa anzidetta deve essere valorizzata ed accresciuta. Per tali scopi, l'aggiornamento e la crescita professionale viene attuata attraverso iniziative di formazione continua specifica con la finalità di tutelare e valorizzare le risorse umane dell’azienda. I dipendenti della Tagliabue S.p.A. dovranno assicurare che ogni decisione dovrà essere assunta nell'esclusivo interesse della società, evitando qualsiasi situazione di conflitto d'interessi tra attività economiche personali o familiari e mansioni ricoperte all’interno della struttura aziendale. La Tagliabue S.p.A. si pone come obiettivo il perseguimento delle pari opportunità, compatibilmente con le mansioni da attribuire in azienda. I Dipendenti della Società, ad ogni livello, sono tenuti al mantenimento di rapporti sempre improntati al rispetto della dignità e della reputazione di ciascuno. La Tagliabue S.p.A. non tollera comportamenti ingiuriosi, diffamatori o che possano comunque incidere negativamente sul clima in ambito lavorativo.
Pari opportunità professionali
La Tagliabue S.p.A. nei rapporti con i dipendenti, anche in fase di assunzione, prescinde dalle condizioni personali dei propri interlocutori, non ritenendo le differenze di razza, colore, credo religioso, età, sesso, orientamento sessuale, stato civile, nazionalità, discendenza, eventi presenti o passati di disturbi mentali, ritardo mentale, invalidità fisica o dell’apprendimento, essenziali all’instaurazione di proficui rapporti collaborativi. La Società incoraggia il Personale a portare all’attenzione dell’OdV qualsiasi questione riguardante una presunta discriminazione professionale.
Privacy
La Tagliabue S.p.A. e ogni suo Dipendente rispettano la privacy e la dignità di ogni individuo, raccogliendo e mantenendo informazioni personali relative al lavoro svolto, prestando grande attenzione nel limitare l’accesso ad informazioni personali ai dipendenti della Società, o ai suoi agenti autorizzati, che abbiano necessità di accedervi per motivi legittimi. I dipendenti, che per mansioni svolte hanno accesso ad informazioni sensibili, non dovranno divulgare le informazioni private in violazione della legge o delle politiche della Società. Non verrà tollerato l’utilizzo di i sistemi informativi e di comunicazione per ottenere accesso ad informazioni indirizzate ad altri, o create da altri senza l’autorizzazione del management, salvo i casi in cui questo faccia parte delle funzioni proprie di lavoro e responsabilità nella Società. Lo spazio di lavoro è fornito dalla Società per eseguire l’attività di lavoro aziendale. La Società si riserva tutti i diritti, come previsto dalle leggi, di ispezionare tali sistemi e ambienti per reperire informazioni come ritenuto opportuno in base al giudizio del management.
Clima lavorativo
La Società si impegna a mantenere uno spirito collegiale nell’ambiente di lavoro. Tutti gli individui sono trattati con rispetto e dignità. Nel mantenere questo impegno, la Società non tollererà molestie di alcun genere da parte di chicchessia né sul luogo di lavoro, né in altre attività legate all’impiego con la Società, sia in trasferta, che durante occasioni sociali.
Conflitto di interessi
Il Personale dovrà evitare qualsiasi situazione che possa implicare, anche apparentemente, un conflitto tra i loro interessi personali e quelli della Società. Nei rapporti con clienti, fornitori, appaltatori, concorrenti in genere, ogni destinatario del presente Codice Etico dovrà agire nei migliori interessi della Società escludendo sempre il proprio vantaggio personale. Al Personale, anche per interposta persona, è vietato lo svolgimento di tutte le attività di seguito indicate che potrebbero rappresentare un conflitto di interesse effettivo o percepito:
detenere partecipazioni di qualsiasi società esterna, che è o che solo potenzialmente potrebbe entrare in affari con la Società o che è un concorrente effettivo o potenziale della Società; svolgere la funzione di amministrazione, dirigenza o qualsiasi altra funzione di gestione o consulenza per qualsiasi concorrente effettivo o potenziale della Società o, comunque, partecipare ad attività direttamente concorrenti con quelle della Tagliabue S.p.A.; utilizzare qualsiasi informazione della Società ovvero la propria posizione presso la stessa per il proprio guadagno o sfruttare un’opportunità aziendale a proprio vantaggio;
Ambiente, sicurezza, salvaguardia della salute e condizioni di lavoro
Per Tagliabue S.p.A., la sicurezza ed il rispetto dell’ambiente sono una componente centrale delle modalità operative di gestione dei processi che richiedono una particolare attenzione nei confronti dei lavoratori, dei clienti e del contesto sociale in cui opera la Società. Tagliabue S.p.A. ritiene che tutelare l’ambiente significa tutelare la crescita e la salute delle persone e creare migliori condizioni per il futuro delle nuove generazioni. La scelta delle tecnologie, dei programmi e delle strategie aziendali sono operate prevenendo l’inquinamento in ogni sua forma e valutando gli impatti ambientali di ogni processo, prodotto o servizio offerto. I destinatari del presente Codice Etico sono obbligati ad attenersi a comportamenti non vietati dalle leggi di tutela ambientale. La salvaguardia della salute dei lavoratori e dell’igiene nei luoghi di lavoro é perseguita attraverso una sorveglianza sanitaria pianificata dei lavoratori esposti a rischi specifici, verifiche di idoneità alla mansione per i neoassunti. Particolare attenzione é posta nella fase di approvvigionamento dei prodotti al fine di assicurare l’adozione di quelli idonei a tutelare la salute dei lavoratori. La società si impegna a rispettare la normativa in materia di sicurezza dell’ambiente di lavoro e le prescrizioni ivi contenute. Sono espressamente vietate, anche per le aziende che a qualsiasi titolo collaborano con la società, tutte le iniziative volte ad instaurare rapporti di lavoro irregolare.
5. ETICA DELLA CONDUZIONE DEGLI AFFARI
Concorrenza
La Tagliabue S.p.A. crede fermamente nel libero mercato e nella concorrenza, patrimonio che va difeso da eventuali quanto indebite pressioni sia interne sia esterne. La Società dovrà esercitare la propria attività imprenditoriale in ottemperanza ai requisiti delle leggi sulla concorrenza e sugli appalti di fornitura. Tutto il Personale deve sempre operare con lealtà, correttezza e trasparenza attuando comportamenti che non possano mai configurare illecito sia verso privati che verso la P.A.. In tale ottica è espressamente vietato ogni comportamento che possa concretizzare un indebito e illecito vantaggio, patrimoniale e non patrimoniale, a favore di Tagliabue S.p.A.
Offerta di regali
Non è consentito offrire denaro o doni a dirigenti, funzionari o dipendenti della P.A. o a loro parenti, salvo che gli stessi rappresentino attestazioni di stima, di modico valore, in occasione di ricorrenze (Natale, Pasqua etc.). La Tagliabue S.p.A. proibisce di offrire o di accettare qualsiasi oggetto, servizio, prestazione, bene o favore di valore per ottenere un trattamento più favorevole in relazione a qualsiasi rapporto intrattenuto con la P.A..
Accettazione di regali
Il Personale o i loro parenti stretti non possono accettare doni, beni, favori, trattamenti preferenziali o altri incentivi offerti da qualsiasi persona o società che sia o cerchi di entrare in affari con la Società o ne sia un concorrente.
Sponsorizzazioni di eventi
La Tagliabue S.p.A. può partecipare ad eventi, congressi, conferenze e incontri in qualità di espositore o di sponsorizzatore. Tutta la documentazione relativa alle sponsorizzazioni dovrà essere custodita per almeno 5 anni nell’archivio della Società e dovrà essere sempre a disposizione dell’Organismo di Vigilanza.
Donazioni alle organizzazioni Le donazioni rappresentano un beneficio per la Società e devono essere volte a promuovere una delle seguenti attività:
Ricerca con meriti scientifici
Operazioni caritatevoli
Operazioni filantropiche.
Le donazioni devono essere fatte solo su conti bancari ufficiali di organizzazioni legalmente riconosciute tramite bonifico bancario addebitato su conti correnti bancari ufficiali di Tagliabue S.p.A.. Tutta la documentazione relativa alle donazioni dovrà essere conservata per almeno 5 anni nell’archivio della società ed essere sempre a disposizione del OdV.
Concorrenza sleale
La Tagliabue S.p.A. vieta a tutti i destinatari del presente codice etico di denigrare con affermazioni, dati o altro l’attività di un concorrente. Il Personale non potrà diffondere false voci sui concorrenti o rilasciare false dichiarazioni sulle loro attività.
Riservatezza
Ogni Dipendente, che venga a conoscenza di fatti concernenti l’attività di Tagliabue S.p.A., di piani, di operazioni imprenditoriali non noti al pubblico o ai concorrenti, deve garantire la riservatezza delle informazioni affidate dalla Società o dai suoi clienti, ad eccezione di casi in cui sia stata data l’autorizzazione o sia legalmente obbligatoria la loro divulgazione. I Dipendenti che siano in possesso o abbiano accesso a informazioni riservate dovranno sempre garantire di non utilizzare le informazioni a proprio vantaggio personale. All’eventuale interruzione del rapporto di lavoro con la Società ogni Dipendente dovrà restituire alla Società quanto gli appartenga, inclusi documenti e altro materiale che possa contenere informazioni riservate della Società e dei suoi clienti. Non possono essere divulgate informazioni riservate al nuovo datore di lavoro o ad altri dopo aver interrotto il rapporto di lavoro dipendente con la Società. Di converso i dipendenti non possono divulgare alla Società le informazioni riservate attinenti i precedenti datori di lavoro, anche se ovviamente possono essere utilizzate le capacità e le conoscenze acquisite durante il lavoro precedente.
Tutela patrimoniale della società
Gli amministratori non devono impedire né ostacolare in alcun modo le attività di controllo da parte dei sindaci, dei soci e dell’OdV. Il patrimonio sociale deve essere gestito in modo corretto e onesto. Gli amministratori, i dipendenti, i collaboratori e i soci, devono concorrere a tutelarne l’integrità. Non possono essere effettuate operazioni illecite sul capitale sociale. Nessuno deve cercare di influenzare il regolare svolgimento delle assemblee della società. Chiunque si trovi nella condizione di non poter o dover esercitare il voto, deve darne comunicazione all’Organismo di Vigilanza. Il comportamento degli amministratori dovrà essere improntato sempre alla buona fede e alla correttezza. Dovranno comunicare tempestivamente all’Organismo di Vigilanza ogni comportamento che appaia in contrasto anche solo potenziale con il dettato legislativo, tutelando l’integrità del patrimonio sociale. Dovranno sempre verificare lo stato patrimoniale della Società prima di procedere alla ripartizione degli utili e delle riserve; Dovranno mantenere riservate le informazioni e i documenti acquisiti nello svolgimento delle loro funzioni e non utilizzare a proprio vantaggio tali informazioni.
Custodia e gestione del capitale sociale
Gli amministratori ed il Personale sono direttamente e personalmente responsabili della protezione e del legittimo utilizzo dei beni (materiali e immateriali) e delle risorse affidategli per espletare le proprie funzioni. Le risorse di proprietà di Tagliabue S.p.A. dovranno sempre essere utilizzate per le finalità che hanno spinto la loro acquisizione e in nessun caso per finalità illegali.
Copyright e licenze
E’ vietato categoricamente fare copie non autorizzate di lavori disciplinati dalla normativa sul copyright.
È altresì vietato fare copie, acquisire o utilizzare copie non autorizzate di software.
6. CORRETTEZZA E TRASPARENZA DELLE INFORMAZIONI.
La Tagliabue S.p.A. dovrà sempre mantenere scritture contabili e registrazioni che rispecchino accuratamente ed equamente tutte le operazioni, disposizioni di beni e altri eventi nel rispetto della legge, dei principi contabili generalmente accettati e le altre norme, regolamenti e criteri applicabili per la redazione del bilancio. Ogni registrazione contabile, rendiconto, prospetto, fattura o altro documento della Società deve rappresentare correttamente e chiaramente i fatti rilevanti e la vera natura delle operazioni.
In nessun caso potranno sussistere passività o fondi della Società non registrati intenzionalmente nei libri contabili della Società. La Società ha messo a punto procedure che prevedono espressamente un sistema di controlli interni per garantire che le operazioni siano svolte in conformità alla legge e vengano registrate e riportate nei libri contabili in modo corretto e trasparente in conformità ai requisiti normativi. Tutti i documenti e le registrazioni inerenti all’attività della società devono essere conservati in conformità con i requisiti di legge.
Sistemi informatici
Gli strumenti informatici devono essere utilizzati dai dipendenti, nell’esercizio delle mansioni lavorative affidategli, nel pieno rispetto dei contratti di licenza e dalle norme in vigore nonché dei principi espressi in questo Codice e nelle procedure interne della Società. E’ sempre vietato al Personale di installare e utilizzare software al di fuori di quelli installati dalla funzione competente. L’uso di Internet deve essere connesso esclusivamente all’attività lavorativa. L’utilizzatore di strumenti informatici è responsabile della sicurezza dei programmi e del corretto utilizzo di tutti i dati acquisiti nell’esercizio delle proprie funzioni.
Qualsiasi collaboratore dell’azienda che sappia o sia stato informato dell’esistenza di qualsiasi violazione o sospetta violazione del Codice deve riferirla all’OdV.
7. RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Gli Amministratori ed il Personale devono rispettare i più elevati standard di comportamento etico in tutti i rapporti con la pubblica amministrazione. Nel corso di un qualsiasi rapporto con la P.A., il personale incaricato non deve cercare d’influenzare irregolarmente il loro operato.
8. ORGANISMO DI VIGILANZA
L’Organismo di Vigilanza ha il compito di diffondere nella Società la conoscenza del presente Codice etico, oltre che a vigilare sull’osservanza dello stesso e di proporre le soluzioni ai casi concreti. L’OdV potrà raccogliere direttamente qualsiasi segnalazione di violazione del presente Codice etico, purché non anonima, garantendo la riservatezza dell’identità dei segnalatori, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti delle società o delle persone accusate erroneamente o in malafede. Non saranno pertanto trattate le segnalazioni considerate di scarso rilievo e quelle non supportate dai fatti o evidentemente del tutto prive di fondamento. All’Odv è demandata la predisposizione di aggiornamenti al Codice etico, da sottoporre all’approvazione del Consiglio di Amministrazione. Qualsiasi Dipendente che riferisca all’OdV una violazione sospetta ai sensi del Codice etico non potrà essere licenziato, degradato, rimproverato o altrimenti danneggiato per aver riferito la violazione sospetta.